Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa cum sociis Theme natoque.

Ultimi articoli

    Sorry, no posts matched your criteria.

1-677-124-44227
184 Main Collins Street West Victoria 807
info@yoursite.com
Landscape Valconca

San Clemente

Nascosta San Clemente

La storia  di San Clemente affonda le sue radici nell’antico borgo di Castrum Sancti Clementis quando Ottone I nel 962  ne fece dono ai conti di Carpegna.
Entrata in seguito a far parte dei possedimenti dei Malatesta, vi rimase, fino al 1504 quando il castello passò in mano ai dogi veneziani.
Infine nel 1508 passando sotto lo Stato della Chiesa il santo pontefice assegno questo antichissimo borgo al comune di Rimini.

Il centro di San Clemente è in maggior parte racchiuso entro le mura del Castello Malatestiano. Infatti la famiglia Malatesta lasciò un’altra testimonianza del suo dominio: la fattoria e villa fortificata di Castelleale, singolare esempio di architettura medievale.
Inoltre il secondo monumento più affascinante del piccolo borgo è la  Chiesa parrocchiale del Capoluogo, di epoca ottocentesca, attribuita all’architetto Poletti . La sua pianta è composta da una navata ed abbellita da colonne. Al suo interno è conservata una tela raffigurante la Sacra Famiglia dipinta da Giovan Battista Costa a metà del diciassettesimo secolo.

Lo stemma di San Clemente

Lo stemma di questo splendido borgo è composto da uno scudo a foggia sannitica diviso in due parti. La parte superiore di colore azzurro raffigurante il cielo, invece quella inferiore di colore rosso simboleggia il mare reso di colore rosso dal sangue e dal martirio del Papa Clemente. Infatti la tradizione vuole sia stato gettato in mare legato ad un’ancora.
Al centro dello stemma è riportata una croce d’argento, attraversante le due parti con tre traverse verso l’alto. Inoltre ad un terzo d’altezza del palo della croce è infilata una corona d’oro, simboleggiante il dominio malatestiano, sostenente cinque perle visibili. Infine tale corona è attraversata da un ramo di palma verde simboleggiante il segno del martirio e da un’ancora nera con tre braccia simboleggiante il mezzo del martirio del citato Papa Clemente.
Per concludere lo scudo è sormontato dalla corona regolamentare di Comune ed è circondato da due rami di quercia e di alloro legati fra di loro da un nastrino tricolore.

Le nostre esperienze
vicine a San Clemente

9.3 Superb
Passeggiata in centro storico guidati dai racconti di Svetonio per ricordare Giulio Cesare
10.0 Superb
Non è solo una passeggiata attraverso le più belle strade dell'entroterra romagnolo, ma una destinazione che vi lascerà senza fiato...
You don't have permission to register