Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa cum sociis Theme natoque.

Ultimi articoli

    Sorry, no posts matched your criteria.

1-677-124-44227
184 Main Collins Street West Victoria 807
info@yoursite.com
Image Alt

Montebello di Torriana

Misteriosa Torriana

Il panorama che vi si ammira spazia dall’alta valle, a San Marino e al mare Adriatico. Il suo nome attuale risale al 1938, quando per volontà di Benito Mussolini, l’attuale toponimo andò a sostituire la precedente denominazione, Scorticata, che forse alludeva alle brulle rocce e al calanchi su cui sorge l’antichissimo abitato. Un’altra ipotesi fa derivare il nome di Scorticata da un probabile accampamento di epoca romana, la “Curtis Catonis”.
Nel Medioevo Torriana fu uno strategico sito malatestiano, di cui rimangono tracce sulla sommità del picco roccioso, impareggiabile terrazza panoramica oggi, infallibile punto di vedetta un tempo.
Il territorio comunale comprende un Comprensorio Naturalistico caratterizzato dalla presenza di una variegata vegetazione, punteggiata da specie botaniche di alto interesse e da una fauna selvatica insospettabile,
considerata la vicinanza di un territorio fortemente antropizzato e da strade di grande comunicazione: si tratta di una folta popolazione di sparvieri, germani reali, aironi cinerini, albanelle, donnole, volpi, istrici, caprioli e cinghiali. Non mancano anche qui, a rafforzare le bellezze del territorio, i cosiddetti “alberi monumentali” protetti da una specifica legge regionale.

Azzurrina di Montebello

Anche la rocca di Montebello ha il suo asso nella manica: una leggenda inquietante e straordinaria. E’ la storia di Azzurrina una sfortunata bimba albina vissuta nella seconda metà del secolo XIV. Il suo vero nome era Guendelina, Deline per i familiari.
Il soprannome deriva dal tentativo di tingerle i capelli, escogitato dalla madre con la speranza di camuffarne l’aspetto insolito, che per le credenze e le superstizioni dell’epoca, prima o poi, l’avrebbe condotta al rogo. Ma la bimba sparì  inaspettatamente all’età di cinque o sei anni, nei sotterranei del castello.
Era una calda sera di giugno, fuori imperversava un temporale. Azzurrina giocava con la sua palla di pezza nelle sale e nei corridoi del maniero. Ad un certo punto la palla, quasi animata di vita propria, rotolò lungo la ripida scaletta in pietra che conduce alla neviera. Pur intimorita dal buio la bimba scese nei sotterranei in cerca della sua palla…non uscì mai più da quei cunicoli.
Oggi le poderose mura del castello imprigionano ancora la voce di Azzurrina che chiede aiuto, che chiama la mamma. Per tradizione la sua voce si fa sentire il 21 giugno ogni cinque anni… 1990, 1995, 2000, 2005, 2010,2015! Lo farà anche nel 2020?

Le nostre
esperienze vicine a Montebello

Un tour da vivere in piena libertà, lasciando a casa lo stress della routine per ammirare panorami mozzafiato.
You don't have permission to register